Benvenuti in Atelier Cucina

AtelierCucina come già indica il nome, è un blog dedicato alla cucina. E’ nato per condividere le ricette che ho raccolto, provato e servito nel mio locale. E’ dedicato ad un pubblico che come me è appassionato di cucina e che soprattutto si diverte a sperimentare, giocando con gli ingredienti, e a scambiare consigli ed esperienze. In questo modo sono riuscito a unire due mie passioni, la cucina e l’informatica. Per il momento il blog è un contenitore di informazioni, consigli, trucchi su come realizzare tante ricette ma con il tempo, e se vorrete anche con il vostro aiuto, potrò ampliare gli argomenti.
Qui potete trovare video ricette semplici, passo dopo passo per mostrare come è facile realizzare anche le ricette più difficoltose.
Segui il mio blog ed i miei video…..

Alessandro


info@ateliercucina.it

50 risposte a Benvenuti in Atelier Cucina

  1. giovanna scrive:

    salve mi sono appena iscritta al Vostro sito, questo dopo aver visto su youtube la ricetta per i bomboloni. Volevo avere informazioni riguardo proprio questa ricetta e vorrei sapere la temperatura dell’olio in quanto ogni volta che li friggo rimangono crudi al loro interno. Grazie.

  2. giovanna scrive:

    prima ho dimenticato di farVi un’altra domanda, perchè nelle ricette usate la farina tipo 0????Normalmente non si usa la doppio 0?????

  3. Alessandro scrive:

    Ciao, i bomboloni vanno cotti a temperature bassa 170°C considera che più sono grandi e più bassa deve essere la temperatura di cottura, altrimenti si cuociono esternamente ma rimangono crudi all’interno. Spero di esserti stato utile.
    Ale

  4. Alessandro scrive:

    Ciao Giovanna, nelle ricette con pasta lievitata in genere si utilizza una farina tipo “0”, quella “00” più sottile e raffinata e di conseguenza più debole e costosa si utilizza più per dolci secchi come biscotti.
    Ale

  5. giovanna scrive:

    ale grazie tante per le tue risposte e ti vorrei chiedere una cosa, su internet o anche su diversi libri di cucina vedo la stessa ricetta esempio il pan di spagna fatto in modi differenti c’è chi per esempio mette più uova e meno farina e viceversa, la stessa cosa per la crema pasticcera mi sai dare una spiegazione????Un’altra cosa potresti fare la torta delle rose???Come ti dicevo prima anche di questa ricetta sono state scritte mille versioni c’è chi mette 2 cubetti di lievito c’è chi ne mette uno o anche mezzo e certe volte anche se la quantità del lievito è differente la quantità della farina è la stessa. Grazie e scusami per tutte queste parole ma io ADORO cucinare ma dove sono io non fanno corsi e quindi devo cercare notizie su internet e non è semplice. Grazie ancora e buone feste

  6. Alessandro scrive:

    Ciao Giovanna, mi fa piacere che anche a te piace cucinare…in merito alle tue domande, pan di spagna e crema sono due cose completamente diverse, non c’è un’unica regola, nel pan di spagna le uova danno “volume” cioé fanno crescere in cottura il pan di spagna mentre la farina gli da “struttura” una volta cotto, mentre nella crema le uova danno sapore e legano mentre la farina fa da addensante.
    Per gli impasti lievitati, in genere su 1 kg di farina vanno 25g di lievito fresco, quantità maggiore velocizza la lievitazione ma può lasciare quel retrogusto sgradevole al prodotto dopo la cottura…Per la torta delle rose appena posso la preparo.Spero di esserti stato utile.
    Ale

  7. giovanna scrive:

    Grazie ancora tanto e scusa tutte le mie domande

  8. giovanna scrive:

    Ciao ti volevo dire che grazie alla tua ricetta per la prima volta sono riuscita a fare i bomboloni erano veramente buoni anche se alcuni erano vuoti all’interno. Ciao

  9. Alessandro scrive:

    grazie a te per la fiducia….:) Ale

  10. Alessandro scrive:

    Ciao Giovanna, mi fa molto piacere…probabilmente quelli vuoti sono quelli fatti con i ritagli della pasta è normale. Se provi altre ricette tienimi pure informato.
    Ale

  11. giovanna scrive:

    Ciao Alessandro, ti volevo chiedere se potevi preparare per Natale gli omini di pan di zenzero e poi per quanto riguarda i bomboloni vuoti come lo potrei evitarlo la prossima volta???Ma non è che qui a Catanzaro potresti organizzare dei corsi???In caso tu li organizzi a Milano??

  12. Alessandro scrive:

    Ciao Giovanna, per la ricetta non so se riesco, vedo….per i bolboloni prova facendo riposare più tempo i ritagli prima di tagliarli…mentre per i corsi al momento non ho propio il tempo per organizzarli, poi in città cosi lontane diventa ancora più difficile, io vivo nel centro Italia a Gradara in provincia di Pesaro.
    Ale

  13. giovanna scrive:

    Buon Natale a tutti Voi

  14. Alessandro scrive:

    Grazie mille Giovanna, anche se in ritardo auguri di buone feste….Ale

  15. rosati luciano scrive:

    le ricette che o visto sono bene spiegate ma vorei ricette della cita di rieti dove sono nato 65 anni fa
    grazie

  16. Patty scrive:

    Ciao Alessandro,
    volevo sapere se hai la ricetta della Pizza di Terni che fanno a Pasqua (tipo crescia credo) fatta con la paste madre.
    Grazie in anticipo
    Patty

  17. Alessandro scrive:

    Ciao Patty,
    al momento non ho questa ricetta, la farò prima possibile….ogni tanto passa nel blog così saprai quando sarà disponibile.
    Ale

  18. raffaella scrive:

    Ciao Alessandro, voglio complimentarmi con te. Il blog e i piatti sono una delizia per gli occhi e per l’anima! 🙂

  19. Alessandro scrive:

    Ciao Raffaella, grazie mille per i complimenti, sei molto gentile….se provi qualche ricetta fammi sapere come ti sembra.
    Ale

  20. elvis scrive:

    Ciao Ale e complimenti. Una curiosità, il pancake a microonde della ricetta con il gelato al parmigiano e Adamello, appositamente non hai dato al ricetta? segreto professionale? ero curioso perchè molto interessante.
    Ciao e grazie

  21. Francesca scrive:

    Buongiorno Alessandro, sto facendo la pasta madre come da tutorial e sembra ok sono al 2 passaggio. Ho provato a farla seguendo su altro sito quella senza glutine, usando 50 grammi di farina di riso e 50 di farina di mais, miele un cucchiaino e olio idem più acqua, ma non succede nulla. Mi puoi aiutare? Vorrei fare un pane senza usare farina di grano ma usando: saraceno,mais, riso senza usare lievito di birra . Ho provato con il cremor tartaro ed altri esperimenti tipo yogurt e latte nel’ impasto ma solo un disastro.mi puoi aiutare? Puoi mettere una ricetta di pane senza farina? grazie

  22. Alessandro scrive:

    Ciao, gli ingredienti e la spiegazione del pancake la trovi all’inizio del video nella seconda schermata degli ingredienti. Se provi la ricetta fammi sapere come ti sembra.
    Ale

  23. Alessandro scrive:

    Ciao Francesca, mi informo po ti faccio sapere.
    Ale

  24. mauro scrive:

    ciao alessandro volevo farti i complimenti….lavori bene.provero’
    a fare i cornetti sfogliati,e’ tanto che cercavo quella ricetta.provero’ la tua.ciao

  25. Alessandro scrive:

    Ciao Mauro, grazie mille per i complimenti…. 🙂 se provi i croissant fammi sapere come ti sembrano.
    Ale

  26. luca scrive:

    ciao ale sono luca già ti ho scritto per altre ricette, ti volevo chiedere un
    consiglio. Devo fare una torta per il compleanno di mia madre , ho intenzione
    di fare un rivestimento di panna e decorazioni in zucchero tirato tipo fiori
    etc.., volevo chiederti, siccome sara un pranzo in un ristorante , quindi la
    torta stara’ un po di ore prima di essere consumata., le decorazioni in
    zucchero che metto sopra la torta avranno problemi tutte quelle ore a contatto
    con l’ umido(che è la panna) o non avro’ problemi ? grazie tante luca

  27. Alessandro scrive:

    Ciao Luca, sinceramente non ti saprei consigliare, è molto tempo che non utilizzo zucchero tirato, ultimamente ho utilizzato l’isomalto per le decorazioni e mi sembra che abbia una buona tenuta, comunque penso che esistono spray appositi per proteggere lo zucchero, io ti consiglio di tenere le decorazioni pronte a parte e posizionarle poco prima di servire la torta.
    Ale

  28. Laura scrive:

    Ciao Alessandro, tantissimi complimenti per i tuoi video tutorial! Ora che ho una planetaria seria mi cimenterò in pan brioche e colomba. A presto!

  29. Alessandro scrive:

    Ciao Laura, grazie mille per i complimenti…ora che hai la planetaria ti divertirai un sacco a preparare tante cose…tienimi aggiornato, inoltre se vuoi pubblica le foto sulla pagina FB Ateliercucina a me fa piacere…:)
    Ale

  30. Susy Longo scrive:

    Salve Alessandro mi chiamo Susanna, ti scrivo perchè
    ho assolutamente bisogno di un tuo consiglio sulla tua 
    ricetta del pan di spagna senza lievito. 
    Le dosi che suggerisci nel video mi sembra di aver capito
    sono sufficenti per una tortiera da 22 cm.Mi potresti suggerire
    le dosi per una tortiera da 26 cm.? GRAZIE ! Ciao. 

  31. Alessandro scrive:

    Ciao Susanna, per una tortiera da 26cm occorre aumentare tutti gli ingredienti del 20% es. 225g di uova + 20% diventeranno 270g ect.
    Fammi sapere come viene.
    Ale

  32. Susy Longo scrive:

    Ciao Allessandro sono Susanna, qualche giorno fà
    ti ho inviato dei messaggi ma non sù questa pagina
    ho il dubbio tu non li abbia ricevuti.
    Ti dico subito, ho provato a eseguire la tua ricetta del
    pan di spagna senza lievito e mi è venuto molto basso.
    Si è cotto in meno di mezzora, forse ho acceso il forno
    troppo presto ed essendo troppo caldo non ha avuto il tempo
    di crescere? Non ho neanche la certezza che il mio forno
    Cuoce in modo statico, può influire sulla buona riuscita del
    pan di spagna?
    Ti saluto grazie!
    Susanna

    Non ho la certezza che il mio forno cuoce in modo statico o
    ventilato, in forno ventilato non cuoce in modo adeguato il
    pan di spagna?
    Ti saluto, grazie!
    Susanna

  33. Alessandro scrive:

    Ciao Susanna,
    se il tuo forno ha una ventola all’interno significa che è ventilato altrimenti è un classico forno statico; la differenza sta che in quello ventilato la ventola girando distribuisce il calore in modo più uniforme e veloce. Per la cottura del pan di spagna vanno benissimo entrambi.
    Se ti è rimasto basso potrebbe dipendere dalla cottura ma anche dalla preparazione. Quando hai messo il composto nella tortiera era spumoso e soffice? La prossima volta prova a sbattere le uova con lo zucchero a bagno-maria fino arrivare ad una temperatura di 40°C poi togli e continui come nel video. Ricorda di infornare dopo aver preriscaldato il forno a 170-180°C e una volta infornato non aprire prima di 20-25 minuti.
    Ale

  34. Susy Longo scrive:

    Gzazie Allessandro,attendevo una tua risposta perche
    non ho nessuna esperienza nel fare dolci.
    Da quello che hai detto forse ho capito cos’ ha compromesso
    la buona riuscita del pan di spagna.
    La prossima volta seguendo i tuoi consigli andrà sicuramente
    meglio.
    Ciao, Susy.

  35. Alessandro scrive:

    Ciao Susy, mi fa piacere 🙂 quando lo rifarai fammi sapere come ti viene.
    Ale

  36. giuseppe scrive:

    ciao Alessandro ho cercato di realizzare il tuo torrone ma non mi si indurisce dove ho sbagliato?ps ho usato le nocciole c’è differenza con le mandorle?

  37. Alessandro scrive:

    Ciao Giuseppe, le nocciole non influiscono, forse dipende dalla cottura dello zucchero.
    Ale

  38. Susy Longo scrive:

    Ciao Allessandro sono Susanna.
    Ti ho contattato perchè ho bisogno di
    capire come mai la ricetta della pasta
    sfoglia non mi viene bene.
    Quando la faccio cuocere in forno
    mi viene dorata fuori e un pò dura,
    cruda dentro.
    Oggi ho riprovato a farla, è venuta
    meglio ma con lo stesso problema.
    Il mio forno cuoce molto ai lati e meno
    al centro, che sia quello il motivo?
    Sono un pò avvilita, spero di ricevere
    a breve tua risposta, GRAZIE!.
    Susanna

  39. Alessandro scrive:

    Ciao Susanna, se risulta cotta fuori e cruda dentro significa che la temperatura è troppo alta, la pasta sfoglia va cotta av170°C per circa 30-40 minuti in base allo spessore.
    Ale

  40. Susy Longo scrive:

    GRAZIE! la prossima volta ci
    riprovo facendo attenziona alla
    temperatura del forno.
    Non avendo un minimo di
    esperienza nel fare dolci
    non sò mai quale è la cosa
    giusta da fare.

  41. Alessandro scrive:

    Ciao Susy, vedrai che la prossima volta andrà meglio 🙂
    Ale

  42. patrizia scrive:

    Ciao Alessandro ,
    Sono Patrizia volevo farti sapere che ho fatto 5 colombe seguendo la tua ricetta (colomba pasquale veloce)
    e sono venute buone, perchè una l’abbiamo già mangiata. e anche belle esteticamente.Le altre le regalo
    ad amici. Ho risparmiato del tempo:-)
    Volevo ringraziarti per le tue ricette e insegnamenti.
    Auguri di una serena Pasqua.
    Patrizia

  43. Alessandro scrive:

    Ciao Patrizia, mi fa molto piacere che ti siano piaciute 🙂 scusa del ritardo nel rispondere, spero che tu abbia passato una bella Pasqua grazie ancora.
    Ale

  44. Katarzyna scrive:

    Comlimenti,ho visto la Tua ricetta sul blog di Vittorio, viva la focaccia, è sono entrata per curiosità,
    da una ragazza straniera poxso dire complimenti ,e bello ,semplice,e chiaro .Oggi mi è volata la serata piacevolmente guardando le Tue ricette vidio,complimenti anche per il ordine che fa capire tante cose.

    Katarzyna.

  45. Alessandro scrive:

    Grazie mille Katarzyna mi fa molto piacere, se provi qualche mia ricetta fammi sapere se ti piace 🙂
    Ale

  46. Lidia scrive:

    Ciao

    Vorrei provare le stampe per cioccolate che sono meravigliose. Mi potresti mandare pure la ricetta dei ripieni che hai utilizato?

    Grazie e saluti
    lidia

  47. Alessandro scrive:
  48. Speranza scrive:

    sto guardando i vostri video….ma siete troppo i migliori. quando faccio i macarons vi dico come sono venuti!
    grandissimi!

  49. Alessandro scrive:

    Grazie mille….allora aspetto tue news 🙂
    Ale

  50. Marco scrive:

    Buongiorno Alessandro. Ho fatto i cioccolatini “Baci Perugina style”, usando crema Novi e sostituendo al burro caseario quello di cacao (Mycryo), che sembra donare una maggiore scioglievolezza al palato.
    Ho provato anche con la glassatura al cioccolato bianco.
    Ottimi e una buona idea per dei regali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.